Blog: http://ITALIASVEGLIATI.ilcannocchiale.it

Quell'assito tra i diessini e Berlusconi

Lèggere che dopo tanti loro precedenti schiamazzi sia Fassino che D'Alema, si dichiarano disponibili a permettere l'uso delle intercettazioni che li riguardano sull affaire, Unipol-Bnl, mentre il Cav. Berlusconi che  in passato rifiutò ogni garanzia  a Francesco Storace obbligandolo a dimettersi dal ministero della sanità, dichiara che in nome del garantismo lo stesso che non usò nei confronti di Francesco Storace, voterà  no alla richiesta di autorizzazione sull'uso delle intercettazioni avanzato dal Gip di Milano Clementina Forleo, fa pensare a un assito trasparentissimo tra Fassino D'Alema e il leader dell'opposizione.
Un assito è   un tramezzo di assi affiancate o unite per dividere una camera in due più piccole. In questo particolar caso la camera è quella del parlamento, quello italiano.
Se l'on Fassino e l'on D'Alema, sono veramente disponibili a pemettere alla Forleo di usare quelle intercettazioni, è prettamente inutile che mascherino tale loro volontà, scrivendo alla Giunta delle autorizzazioni a procedere di accogliere  tali richieste, rinucino ai privilegi parlamentari per quanto li riguarda personalmente, ci mancherebbe solo che Silvio Berlusconi, riuscisse ad impedire a due compagni, Fassino e D'Alema, di poter chiarire per propria inderogabile volontà la propria posizione di fronte a un magistrato!
http://italiasvegliati.ilcannocchiale.it   
Assito va pronunciato con la ì accentata, assìto, proprio come su diccì e piccì.
F G Mangascià
francesco.mangascia@gmail.com

Pubblicato il 27/7/2007 alle 12.42 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web