Blog: http://ITALIASVEGLIATI.ilcannocchiale.it

Honduras: non รจ un colpo di stato

Non è giusto definire colpo di stato l'arresto e l'espulsione  in Costarica del presidente honduregno Manuel  Zelaya. Il presidente, Zelaya  aveva promesso di andare avanti con il referendum sulla riforma costituzionale malgrado l'opposizione della Corte Suprema, dell'esercito, del Congresso e dei membri del suo stesso partito, al solo ed unico scopo di stravolgere la costituzione e ottenere  una riforma costituzionale che gli avrebbe permesso di presentarsi per un secondo mandato presidenziale. Un costituzione fatta su misura per sé stesso.Manuel  Zelaya, ha meritato ampiamente di essere arrestato, forse sarebbe stato più consono farlo attraverso la formula  dell'empichement; quella riservata rtroppo aramente ai pezzi da 90; poiché stava violando gli ordinamenti del paese di cui era presidente. La Ue sbaglia a unirsi a Chavez, nelle proteste, per la rimozione di un presidente che, non è stato sicuramente fucilato ed è talmente libero che può  protestare pure in televisione, dal Costarica. Manuel  Zelayan, era un presidente che  stava violando la Costituzione del proprio paese, e doveva essere fermato. Come mai questa Ue, vede il golpe sempre e solo a senso unico?
Francesco Mangascià

Pubblicato il 29/6/2009 alle 12.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web